Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilit� dell'informazione medica

stiae distensae

Smagliature o striae distensae

sezione a cura di:
Francesca Zuliani

bibliografia

photogallery
prima/dopo

 

Per la medicina estetica, le smagliature rappresentano spesso un danno cutaneo permanente. Presentandosi come una sorta di "lacerazione" e fibrosi della pelle questo inestetismo colpisce in modo particolare le gambe, i glutei, la pancia, gli avambracci, ma anche il seno. Nella fase iniziale la smagliatura è di colore rosso, col tempo diviene bianca e atrofica. L'inestetismo è quindi dovuto sia ad una differenza di colore della pelle smagliata rispetto a quella sana, sia ad una riduzione di spessore del derma che causa la comparsa di un avvallamento, talvolta visibile.
La smagliatura si forma quando la pelle è sottoposta ad eccessiva tensione. Ciò avviene per esempio a seguito di consistenti variazioni di peso o ad una gravidanza. Se la pelle è poco idratata ed anaelastica il danno sarà più rilevante.
Come curarle
• La smagliatura rossa: è l'unica che può scomparire, perché è un difetto transitorio, un danno non ancora permanente. Applicate costantemente creme elasticizzati, fate che la pelle sia il più possibile nutrita, evitate di esporvi al sole ed alle lampade solari.
• La smagliatura bianca: è tra gli inestetismi più difficili da trattare in medicina estetica. Lo scopo della terapia deve essere sia quello di aumentare lo spessore del derma, sollevando lo spessore della smagliatura, sia quello di migliorarne il colore, rendendolo più simile a quello della pelle vicina. Si cerca dunque di uniformare la tonalità di colore della cute ed ottenere una levigazione della medesima.
Quali trattamenti:
Biocolor-peel: Una preparazione galenica viene passata più volte sulla zona "smagliata". Questa ha la duplice funzione di esfoliare dolcemente la cute e pigmentarla, in particolare quelle zone di smagliature atrofiche e madreperlacee.
Si tratta di un peeling leggero che distribuito con un pennello a farfalla può essere lasciato sulla zona anche alcune ore, senza provocare eritemi; Questa miscela combina una crema a base di retin-a e di una lozione a base di acidi per asportare gli strati superficiali (quelli più irregolari) delle smagliature. Più sono fresche le smagliature, più successo avrà questo trattamento.

L'acido glicolico: (ma anche il TCA per una azione molto più incisiva) leviga la zona, riducendo l'avallamento e stimolano il derma. A seconda dl tipo di acido impiegato servono da 2 a 10 sedute.
Composti pigmentanti: Sono dei pigmenti che miscelati a particolari acidi penetrano nel derma e pigmentano la smagliatura dando uniformità di colore rispetto alle zone circostanti. Occorrono più sedute.
Endermologie: stimola la produzione di fibre elastiche e la conseguente tonificazione della pelle che porta ad un assottigliamento delle smagliature.

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 05/10/2011