Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilit� dell'informazione medica

vitiligine

Psoriasi

sezione a cura di:
Raffaele Longobardi

bibliografia

photogallery
prima/dopo


La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della cute, caratterizzata da un esagerato turnover cellulare dei cheratinociti, con conseguente immaturità dello strato corneo e mancato sviluppo della funzione di barriera.
Esistono diverse forme cliniche: psoriasi volgare, guttata, pustolosa, psoriasi invertita e la forma eritrodermica. Sebbene l'eziologia della malattia non sia del tutto definita, è stata ampiamente documentata una predisposizione familiare, e dunque, una base genetica, insieme ad una destabilizzazione del sistema immunitario, il che ne suggerisce la natura autoimmune.
Vi sono chiare evidenze che numerosi fattori ambientali quali infezioni, stress, alimentazione, stile di vita, disordini metabolici, traumi ed anche l'assunzione di alcuni farmaci siano la causa scatenante della malattia, condizionandone anche la gravità. A torto, questa malattia psico-somatica viene considerata solo a livello dermatologico.  Niente di più errato: essa può dare in un paziente su tre una grave forma di artrite infiammatoria cronica, con esiti spesso invalidanti. Un'altra patologia associata alla psoriasi è la sindrome ansioso-depressiva. Vi sono altri studi che associano la psoriasi anche a delle malattie dismetaboliche quali l'obesità, la dislipidemia e il diabete.
Sono stati segnalati casi in cui certi farmaci quali litio, betabloccanti, antimalarici, FANS, possono scatenare la malattia o esacerbarla in soggetti senza storia di psoriasi, oppure possono aggravare le manifestazioni cliniche di una psoriasi in stato attivo o riattivare la sintomatologia in soggetti in fase di remissione.
Trattamenti
Le terapie tradizionali sono costituite da farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) sia inibitori COX-1 sia COX-2, cortisonici e DMARD. Le più comuni associazioni, che hanno dimostrato un migliore capacità nel controllare la patologia di quello esibito dai singoli DMARDs impiegati da soli, comprendono:
• methotrexate e ciclosporina;
• methotrexate, salazopirina, idrossiclorochina;
• etanercept e methotrexate.
Vi è inoltre un nuovo farmaco, l' adalimumab, un anticorpo monoclonale completamente umano diretto contro in TNF alfa, la molecola prodotta dall'organismo e responsabile di queste gravi manifestazioni.
Nuove speranze
Un gruppo di ricercatori dell'università di Losanna ha recentemente scoperto il meccanismo molecolare delle infiammazioni della pelle, da cui si potrebbe arrivare a sviluppare nuovi farmaci per il trattamento della psoriasi. I ricercatori hanno scoperto un recettore cellulare - una proteina denominata PPARbeta - in grado di attivare le funzioni di alcuni geni in risposta all'infiammazione. In pratica questa proteina riconosce l'infiammazione e attiva i geni responsabili dei cheratinociti. Aver scoperto questo meccanismo è determinante per tutte le malattie infiammatorie della pelle in cui si ha una differenziazione dei cheratinociti: e la psoriasi è una di queste.

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 30/09/2011