Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilit� dell'informazione medica

elettrobisturi

Escissione chirurgica

sezione a cura di:
Raffaele Longobardi

bibliografia

photogallery
prima/dopo


Scopo
Scopo: risolvere chirurgicamente, in anestesia locale, formazioni cutanee benigne cutanee (vedi glossario qui sotto) e sottocutanee.

GLOSSARIO DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE

NEVI = I nevi sono composti da cellule melanocitarie (deputate alla produzione della melanina) presenti nel derma. I nevi giunzionali sono invece costituiti solo da cellule epidermiche, sono meno antiestetici, ma vanno controllati attentamente per escludere evoluzioni in melanoma.

ANGIOMI RUBINI = Gli angiomi rubini compaiono in genere dopo i trent'anni e si eliminano con facilità con la diatermocoagulazione.

CHERATOSI ATTINICHE = Sono molto frequenti nella terza età, sono causati dalla esposizione al sole e possono trasformarsi in tumori cutanei (basaliomi). Si eliminano con la crioterapia.

FIBROMI PENDULI = Sono formazioni peduncolate molto frequenti al collo. Possono essere eliminate molto facilmente con la semplice escissione senza alcun esito cicatriziale addirittura senza anestesia.

CHERATOSI SEBORROICA = E' uno dei più frequenti segni di invecchiamento cutaneo e può essere eliminato con la crioterapia.

GRANI DI MILIO = Il milio è costituito da piccole cisti cornee che possono essere semplicemente enucleate con ago o incise, se di dimensioni maggiori,senza alcun esito cicatriziale.

XANTELASMA PALPEBRALE = Lo xantelasma si localizza prevalentemente alla palpebra superiore nell'angolo interno ed è costituto da accumuli di colesterolo nella pelle e nel connettivo lasso della palpebra. Si elimina chirurgicamente con tecnica tradizionale. Tende a recidivare con molta facilità se le abitudini alimentari ed eventuali eccessi di colesterolo non vengono corretti con adeguata dieta e cure mediche.

DERMATOFIBROMA = Si presenta come papula o nodulo con una superficie che può essere depressa sotto il piano della cute. Colpisce prevalentemente gli arti. La sua eliminazione deve avvenire chirurgicamente.

ANGIOFIBROMA = E' una piccola papula di color rosso che può essere eliminata con il laser o trattata con radiobisturi senza esiti cicatriziali.

Metodo
In seguito ad esame istologico che ne abbia accertato carattere di benignità, si interviene mediante incisione, rimozione e sutura diretta di neoformazioni benigne cutanee e sottocutanee. Ovviamente residuerà una cicatrice, pur se poco viisibile, perciò va sempre valutato e chiarito, prima di intervenire, il reale vantaggio, in termini di risultato estetico, ottenibile con l’escissione; sicuramente il vantaggio ci sarà in caso di nevi o neoformazioni particolarmente grandi, rilevate, pigmentate, ed in sedi particolari.
Esame istologico
Essenziale ai fini della diagnosi, è un esame delle caratteristiche morfologiche di un frammento di tessuto al fine di determinare la natura delle cellule che lo compongono.
Periodo di guarigione
Variabile a seconda dell'età delle caratteristiche del soggetto e del tipo di intervento eseguito. Normalmente si tratta una settimana.
Durata del risultato
Normalmente si tratta di risultati definitivi.
Complicanze e controindicazioni
solo di tipo locale:
In genere non vi sono particolari complicanze e le eventuali controindicazioni saranno preventivamente riferite al paziente da parte del medico specialista.

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 05/10/2011