Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilit� dell'informazione medica

Mastopessi

sezione a cura di:
Francesca Zuliani

bibliografia

photogallery
prima/dopo

Scopo
La mastopessi è un intervento predisposto per il rimodellamento e la risospensione della mammella con spostamento dell'areola in una posizione più alta senza riduzione o aumento di volume; qualora fosse richiesto un aumento di volume l’intervento potrà essere combinato con l'inserimento di protesi mammarie.
Metodo
L'operazione può essere effettuata o in anestesia locale preceduta da una sedazione o in anestesia generale con il paziente completamente addormentato. Le cicatrici lasciate da questo intervento divengono meno evidenti con il tempo ma sono permanenti.
Secondo le necessità del rimodellamento e la tecnica impiegata si può avere solo una cicatrice periareolare oppure in associazione una cicatrice verticale o, se necessario, anche una cicatrice nel solco sottomammario (sotto al seno).
Durata del risultato
Definitivo.
Complicanze e controindicazioni
Dolore. Il dolore è raramente forte; molto più comunemente è presente un senso di fastidio controllato dagli analgesici.
Gonfiore. E sempre presente dopo l’intervento e si riduce gradualmente fino a scomparire completamente in 3'-4' giornata. 48 ore dopo l’operazione la medicazione viene sostituita da una reggiseno confortevole del tipo utilizzato per attività sportiva e che dovrà essere indossato notte e giorno per 3 mesi.
Le suture vengono rimosse in 5'-12' giornata e l'attività fisica potrà essere ripresa a distanza di 3-4 settimane.
Le complicanze sono rare.
-Sanguinamento: se si verifica sanguinamento dopo l’operazione, il sangue può accumularsi nella mammella e richiederà l’apertura di una delle ferite al fine di rimuovere il sangue accumulato e prevenire ulteriori sanguinamenti.
-Infezioni. Queste si verificano molto raramente e generalmente rispondono bene a trattamento antibiotico.
-Perdita di sensibilità del capezzolo. Questa è temporanea ed e previsto che la sensibilità si riacquisti completamente con il tempo.
Consenso informato
Prima dell'operazione al/alla paziente viene fatto firmare un consenso informato che viene controfirmato dal chirurgo in cui sono descritte tutte le notizie che riguardano l'intervento: modalità, tecnica utilizzata, anestesia, convalescenza, rischi e possibili complicanze. Si tratta di un documento indispensabile ai fini legali, oltre che per ridurre le possibilità di insoddisfazione ed evitare eventuali incomprensioni.

 

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 11/03/2009