Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilitÓ dell'informazione medica

Soft lifting

sezione a cura di:
Francesca Zuliani

bibliografia

photogallery
prima/dopo

Scopo
Da alcuni anni abbiamo utilizzato dei fili per il sollevamento dei tessuti del volto, per garantire una "trazione" dei tessuti rilassati. Questi però talvolta risultavano essere troppo fragili e non riassorbibili (es. i fili "Aptos").
I fili “Silhouette” al momento costituiscono la nostra prima scelta, poiché si sono rivelati molto più resistenti e in parte si riassorbono, dando così risultati molto stabili nel tempo anche senza l’associazione dello scollamento dei tessuti. Questi fili sono composti da una anima di materiale prolene liscia (materiale molto ben tollerato che viene usato in cardiochirurgia e in chirurgia vascolare), e da piccoli conetti di materiale riassorbibile. Dopo 90 giorni questi fili esercitano una bella trazione nel sottocute, permettendo di risollevare in maniera molto solida ed omogenea il tessuto. Il trattamento risulta essere una valida alternativa al classico lifting chirurgico nei medi/modesti rilassamenti del viso (v. anche newsletter mese novembre 2006).
Metodo
Per inserire questi fili non è necessario scollare i tessuti del volto. Si effettua una piccola incisione (0,5-1 cm) nei capelli per il volto e dietro l’orecchio per il collo. Da qui con un introduttore in anestesia locale si raggiunge lo zigomo, il solco naso labiale e per il collo le pieghe centrali. I fili vengono trazionati, sollevando i tessuti, creando un effetto di ringiovanimento. I conetti dei fili silhouette
Inoltre, essendo i fili perfettamente misurabili, attraverso il numero di conetti, non c’è il rischio di creare asimmetrie con trazioni diverse nei differenti lati. La trazione è molto omogenea e con un blando massaggio, il chirurgo può far eventualmente allentare la trazione di un conetto.
La metodica si svolge in 4 fasi distinte:
INSERIMENTO
I fili vengono inseriti attraverso una piccola incisione nell'area temporale. La sutura, attraversando il tessuto superficiale sottocutaneo esce in posizione malare, sottomalare o periorale.
POSIZIONAMENTO
I fili vengono posizionati con una tecnica parallela (più vicini sulla zona temporale, allargati nella zona inferiore.
ANCORAGGIO
La sutura viene ancorata attraverso la zona temporale fino a quando i coni si agganciano al tessuto sottocutaneo del volto. LA retrazione produce la sospensione nella posizione desiderata.
FISSAGGIO
Le suture vengono fissate nella zona profonda della fascia temporale che viene rafforzata con un patch non riassorbibile a livello temporale. Le estremità del filo vengono tagliate e sommerse, non residuano cicatrici sulla cute.
Durata del risultato
Il trattamento è diretto a persone giovani (30-40-50 anni) e la tecnica può essere utilizzata da sola o associata a tecniche più sofisticate come l’endoscopia o il mini-lifting. Comunque tutti ne hanno un gran giovamento anche con il semplice uso della tecnica, senza l’associazione di altre chirurgie. Il vantaggio di questa tecnica è proprio il fatto che dopo l’intervento non c’è gonfiore, in quanto i tessuti non sono stati scollati. Il paziente può tornare ad una vita sociale da subito (3-4gg).
Complicanze e controindicazioni
Le complicanze sono praticamente nulle: l’intervento infatti si esegue in anestesia locale, dura circa 20 minuti il trattamento per il collo, e circa 30 minuti il trattamento per il volto.
Sono esclusi dal trattamento coloro che soffrono di:
• diatesi emorragiche
• allergia ad anestetici locali

 

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 05/10/2011