Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilit� dell'informazione medica

Plastiche a zeta

sezione a cura di:
Francesca Zuliani

bibliografia

photogallery
prima/dopo

Cos'è una cicatrice
Le ferite si chiudono grazie a un processo biologico, costituito da fasi diverse e regolato da meccanismi naturali che consentono ai tessuti lesi di ripararsi: i segni che ne derivano sono le cicatrici.
Scopo
Correzione delle cicatrici per migliorarne l'aspetto. L'intervento di correzione delle cicatrici è ovviamente solo migliorativo e non risolutivo; ovvero la cicatrice sarà sicuramente meno visibile ma non scomparirà. Non esiste infatti tecnica al mondo di chirurgia plastica, capace di far "sparire" un esito cicatriziale.
Metodo
Consiste nell’asportare chirurgicamente le cicatrici rilevate, infossate o retraenti ed eseguire suture possibilmente intradermiche (che non lasciano evidenti segni esterni di punti). La plastica a zeta è una metodica riparativa nel campo della medicina estetica che fa uso non di innesti cutanei ma di lembi. La “Z” viene costruita in corrispondenza di una cicatrice preesistente. La “Z” è composta da una parte centrale (o braccio comune) e due braccia, periferiche, più piccole (o rami laterali), e va costruita tenendo presente che il braccio comune deve cadere sulla cicatrice. L’angolo di apertura della Z, cioè l’angolo che ciascun ramo laterale deve formare con il braccio comune, deve essere di 60°, poiché si è visto che con angoli più piccoli il risultato è meno positivo. Talvolta può essere utile integrare questa tecnica con quella del lipofilling.
Complicanze/controindicazioni
Il risultato estetico varia dalla risposta del singolo paziente ed è condizionato da diversi fattori (tipo di carnagione, zona del corpo interessata, ecc.) Il risultato è permanente e sarà definitivamente raggiunto a distanza di circa un anno dall’intervento.

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 11/03/2009