Mediest
english version versione italiana | HOMEPAGE | MEDIEST - Ambulatorio specialistico dermatologico e di chirurgia plastica - Mestre (Ve) - P.IVA 03408330276 - tel 041 5352211 - cel 346 6356111
PROVA ENDERMOLOGIA GRATUITA
PRENOTA LASERTERAPIA
PRENOTA UNA VISITA SPECIALISTICA
HAI DOMANDE ?

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilit� dell'informazione medica

Lipostruttura

sezione a cura di:
Francesca Zuliani

bibliografia

photogallery
prima/dopo

Scopo
Correzione delle cicatrici mediante riempimento con grasso autologo. Utile soprattutto alla ricostruzione dei tessuti profondi nei casi di cicatrici che appoggiano su strati sottostanti molto ridotti (ustioni II° e III° grado, cicatrici retraenti ed ipertrofiche).
Metodo
La lipostruttura o lipofilling è un sistema ideato negli anni novanta per la medicina estetica dall'americano S. Coleman, allo scopo di rirempire rughe. Essa consiste nel prelevare mediante una cannula del tessuto adiposo dalla regione attorno all'ombelico o sui fianchi (qui è deposto il grasso di maggior "qualità dell'organismo), come se fosse una normale lipoaspirazione a scopo estetico. Il prelievo avviene praticando un'incisione di ca. 3 mm, chiusa immediatamente con un punto di sutura. Il materiale aspirato viene centrifugato per selezionare e "depurare" i trigliceridi. Una volta trasferito nella nuova sede il grasso inizia a ricostruire i tessuti, soprattutto ad opera delle cellule staminali adulte presenti in grande quantità nel grasso. Già a 15 gg la pelle cambia aspetto divenendo più morbida e riacquistando spessore ed elasticità.
L'intervento si svolge in anestesia locale (si anestetizza la zona donatrice e raramente la zona da trattare, consistendo l'intervento in una serie di semplici iniezioni) e dura in media 30 minuti. Non è richiesto il ricovero ospedaliero.

QUANDO E' SOLO PER BELLEZZA

Il lipofilling ha immediata applicazione nel trattamento di qualsiasi cicatrice. Il processo di rigenerazione che si verifica nei casi più seri, non è diverso da quello che si attiva per trattare il segno lasciato sulla gamba da una marmitta incandescente o la cicatrice lasciata da un intervento chirurgico pregresso. Migliorano anche i solchi e le rughe lasciati dal tempo su viso o su esiti di altri interventi di chirurgia estetica.

Ancora, il grasso viene utilizzato in chirurgia estetica per colmare la regione delle occhiaie e per dare o ridare volume alle labbra. Insomma, da nemico da sconfiggere, il grasso si è rivelato una risorsa dai mille impieghi, anche estetici.

Complicanze e controindicazioni
Le complicanze possibili sono quelle comuni a tutti gli interventi chirurgici: possibili ematomi, infezioni, edemi per alcuni giorni, macchie cutanee (è importante non esporsi al sole per almeno un mese dopo l'intervento.). Per ridurre al minimo i rischi è fondamentale seguire scrupolosamente le istruzioni pre e post trattamento chirurgico.
Quando si esegue la lipostruttura
Quando ci si trova ad affrontare cicatrici non trattabili chirurgicamente. Ad esempio:
• cicatrici troppo grandi, perché ritagliarle significherebbe ritagliare troppa cute.
• cicatrici in zone ad elevata tensione, ad esempio le cicatrici verticali tra ombelico e regione pubica. Qui la pelle "tira" e le cicatrici che si trovano in queste zone sono spesse e larghe.
Quando si paga e quando no
Ovvio che il caso di una cicatrice piccola ed antiestetica è diverso da quello di una cicatrice invalidante e che questa diversità viene considerata anche dal Servizio Sanitario Nazionale. Avvengono senza esborso tutte le cure relative al miglioramento di cicatrici dolenti e dolorabili (sempre o solo al tatto e compressione) oppure di cicatrici che per posizione/estensione compromettono il normale svolgimento della vita della persona. Al contrario sono a carico della persona tutte le cicatrici piccole e non invalidanti. E, ovviamente, tutti i trattamenti a fini estetici.

ambulatorio Mediest 2004-2010

stampa questa pagina segnala questa pagina ad un amico
Ultimo aggiornamento: 11/03/2009